Tonda, gentile e deliziosa: la nocciola, regina delle Langhe

Settembre invita a dimenticare le spiagge affollate e le montagne aspre per dedicarsi alla scoperta di itinerari più dolci e quieti, resi indimenticabili dal fiammeggiare dei colori autunnali che trasformano i panorami in intense tavolozze impressioniste.

Settembre è anche il mese ideale per visitare e scoprire la grazia delle Langhe piemontesi, diventate nel 2014 Patrimonio Mondiale dell’Unesco: la zona si sviluppa lungo dolci colline coperte da vigneti a perdita d’occhio, inframmezzati da piccoli villaggi di altura e pregevoli castelli medievali, dove da secoli la viticoltura costituisce il fulcro della vita economica e sociale.

Le basse Langhe sono terra di elezione del vino, trapunte da un susseguirsi elegante di vigneti collinari dai quali nascono i pregiati vini piemontesi, ma nelle alte Langhe a dominare il panorama sono le fruscianti distese di noccioleti che regalano la “tonda gentile”: la raffinata nocciola Piemonte IGP della zona, cuore di molte delle paste di Marcagel.

Accanto all’unica Università di Scienze Gastronomiche del mondo, fondata nel 2004 grazie all’impegno di Slow Food a Pollenzo, si coltiva la varietà di nocciola che prende il nome di gentile dalle sue impareggiabili virtù organolettiche.

Definita come la miglior nocciola al mondo, la tonda gentile (Nocciola Piemonte IGP) è di forma rotonda, con gusto e aroma eccellenti anche dopo la tostatura, delicata e decisa nel sapore al tempo stesso, e ricca di oligoelementi.

La tradizione vuole che il nocciolo sia sempre stato un albero magico: il suo cespuglio era casa per le fate, un raccolto abbondante era segno di fertilità per la famiglia, e ancora oggi una verga di nocciolo è lo strumento del rabdomante; persino il simbolo di Esculapio, dio della medicina e dei farmacisti, è un ramo di nocciolo con due serpi attorcigliate.

Nella classifica dei gusti del gelato artigianale la nocciola è tra i preferiti: un sapore rotondo, intenso e ricco, perfetto per abbinarsi al gusto deciso del cioccolato o per dar forza agli abbinamenti con le creme, diventa sublime in compagnia di pistacchio e mandorla, trasformando una pausa in un momento di intensa delizia.

Per creare, inventare e proporre la nocciola – magari declinata in gusti intensi e innovativi – Marcagel prepara le sue paste, sia nella linea dei "puri" che nella linea “classiche” dove offre nocciola Gran Tostatura, Gianduia, Gianduia Amara, Croccantino al Rhum o Cremino.