Una giornata in Marcagel

Questo è il diario di una giornata di scatti fotografici: stiamo preparandoci a Longarone 2018, dove presenteremo molte novità, ritrovandoci a osservare le lavorazioni, le materie prime e i prodotti con gli occhi di chi non li aveva mai veduti prima, raccontandoli fino in fondo.

Il fotografo si è meravigliato quando ha visto la frutta fresca: effettivamente l’ha anche assaggiata, scoprendo i fichi, le mandorle, i Kiwi, le fragole e i limoni di Sorrento e vedendo che ogni prodotto è scelto con attenzione e pazienza tra le eccellenze italiane, selezionato con passione da aziende con filiera garantita.

Abbiamo raccontato che i nostri pistacchi arrivano da Bronte, le nocciole dal Piemonte, i pinoli dal Mediterraneo, la vaniglia dal Madagascar: un mondo di profumo, sapore e qualità che lavoriamo e prepariamo in piccoli lotti, con la delicatezza che richiedono ingredienti così freschi; a noi sembra scontato, ma scoprendo il piacere negli occhi di chi ci ascolta – e assaggia – ci siamo un poco riscoperti anche noi.

Il risultato è un semilavorato senza aggiunta di conservanti, un equilibrio perfetto di passione e tecnologia, di artigianalità e impegno che si è materializzato nelle fotografie del nostro prodotto: morbido e spatolabile, compatto e vellutato, con una consistenza che assicura un piacere intenso e mantiene intatte tutte le caratteristiche organolettiche delle materie prime, senza tradirle mai; non a caso Marcagel ha ottenuto – tra le altre - la certificazione CSQA di tracciabilità verificata.

Così le nostre fotografie diventano immagini di una danza delicata, di equilibrio perfetto di ogni componente per dar vita a un prodotto pronto a stimolare la creatività di chi ogni giorno crea una delle grandi eccellenze italiane, quel gelato artigianale profumato di ingredienti freschi, preparato con passione e attenzione, certificato e garantito per essere ispirazione e piacere.